Fare una scelta

La scelta di quale carriera perseguire è una scelta di vita, è il “cosa vuoi fare da grande” che implica il “chi vuoi diventare?”. Questa scelta ha fortissime conseguenze sulla nostra soddisfazione nella vita: arriveremo in età avanzata con molti rimpianti o contenti di aver vissuto una vita piena?

Come prendere una scelta difficile

La società ci dice molte cose su cosa dovremmo desiderare dalla nostra carriera e dalla nostra vita lavorativa. Ci viene detto cosa dovremmo desiderare e quali sono le possibilità a nostra disposizione, il che è strano se ci pensate, perché è certo che la società sa molto poco di voi. Quando si tratta di scegliere una carriera, la società è come lo zio che vi intrappola in un monologo di consigli non richiesti, per la gran parte incoerenti, che poco hanno a che fare con la vostra persona, e che dimostrano che non ha idea di che cosa stia parlando, perché i suoi consigli sono obsoleti e irrilevanti rispetto ai vostri desideri.

La società è come quello zio, è la saggezza convenzionale che poco ha a che fare con voi. Tranne che, nel caso della società, anziché ignorare i suoi consigli non richiesti, prestiamo attenzione a ogni parola e poi prendiamo importanti decisioni personali in base a ciò che dice. Pare assurdo, ma è così. Perché?

La paura delle decisioni

Per la maggior parte di noi, l’infanzia è un po’ come un fiume, e noi siamo un po’ come degli avannotti. Non abbiamo scelto il fiume, ci siamo appena svegliati dal nulla e ci siamo trovati in un percorso stabilito per noi dai nostri genitori, dalla società e dalle circostanze. Ci vengono dette le regole del fiume, il modo in cui dovremmo nuotare e quali dovrebbero essere i nostri obiettivi. Il nostro compito non è quello di pensare al nostro percorso: è quello di riuscire nel percorso su cui siamo stati posti, basandoci sulla definizione di successo così come è stata definita per noi.

I bambini a scuola sono come i dipendenti di un’azienda in cui qualcun altro è l’amministratore delegato. Ma fuori dalla scuola, nella vita e nella carriera personale, non c’è alcun amministratore delegato, ci siete solo voi. Il problema è che ognuno di noi ha passato tutta la vita, dall’infanzia all’adolescenza, a diventare uno studente professionista, con zero esperienza di come prendere vere decisioni sulla sua vita. Fino a quel momento siete stati a capo solo di micro decisioni (“come posso avere successo nel mio lavoro da studente?”) e ora avete improvvisamente tra le mani i comandi dell’aereo e dovete far fronte al compito di rispondere a domande stressanti e importanti, come “chi sono?”, “quali sono le cose importanti nella vita?” e “quali opzioni ho nella vita e quale strada dovrei scegliere per perseguire le mie scelte?”

Quando lasciamo la scuola, la guida a cui ci siamo abituati ci viene improvvisamente portata via e rimaniamo lì in piedi a guardarci intorno senza sapere cosa fare. Il tempo passa. Finiamo su un sentiero e quella strada diventa la storia della nostra vita.

Le scelte che non hai fatto

Ecco, alla fine della nostra vita, quando guardiamo indietro a come sono andate le cose, possiamo vedere il percorso nella sua interezza, come da una veduta aerea. Quando gli scienziati studiano le persone sul loro letto di morte e come si sentono riguardo alle loro vite, di solito scoprono che molte persone provano qualche serio rimpianto. Molti di questi rimpianti derivano dal fatto che molti di noi non vengono istruiti nella cosa più importante: fare scelte di vita. Alcuni di noi imparano, ma molti di noi non arrivano mai a prendere consapevolezza del problema, non migliorano durante l’età adulta e prima che se ne rendano conto giungono ad un’età in cui ci si guarda indietro e provano rimpianto per tutto ciò che non hanno fatto e a quel percorso di vita che non ha davvero un senso e un significato. La loro persona, con le sue preferenze, desideri e passioni, non ha avuto corrispondenza con la vita che hanno vissuto.

Tutto questo è triste e lascia l’amaro in bocca, ma non importa in quale momento del vostro percorso vi troviate, la strada può sempre essere trovata.

Vuoi saperne di più?

Come cambiare vitaIl MiniBook “Reinventing Yourself – Come cambiare vita e diventare la persona che avete sempre desiderato essere” approfondisce questi concetti esplorando in dettaglio come sia possibile cambiare vita cambiando noi stessi.

La maggioranza di noi vive chiusa in un bozzolo pensando di non poter uscire. Potremmo uscire se lo volessimo, ma viviamo intrappolati, vittime dei limiti che noi stessi ci siamo posti. Ci sono così tanti problemi da affrontare che spingere contro quella parete pare inutile. Siamo quel che siamo, giusto? E allora perché ci sono persone che vanno oltre i propri limiti e imparano a volare? 

Puoi scaricare un MiniBook gratuito e iscriverti alla nostra Newsletter su www.inbreve.biz

Cosa facciamo a InBreve?

Aiutiamo chi vuole migliorarsi nella professione e nella vita, ma non ha tempo. Prendiamo libri di business e di self-help non ancora arrivati in Italia e li concentriamo in MiniBook: in 15-20 minuti avete le informazioni di 6-7 ore di lettura. Motivazione, marketing, management, vendite, negoziazione e carriera: se può aiutare a migliorarsi ce ne occupiamo!

Ti potrebbero anche interessare questi articoli:

Trovare la felicità

Come prendere decisioni – Ragionare dai principi primi

e questi MiniBook:

Cambiare lavoro e carriera: una guida verso una nuova professione

Dopo la pensione, una guida per il futuro

0 commenti a “Fare una scelta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi